Piano Juncker 2: investimenti e trasparenza per tornare alla crescita

0 0

Con qualche anno di ritardo (e anche a causa della sfiducia montante nei confronti delle istituzioni europee e dello stesso progetto di Unione da parte di settori sempre più ampi dell’opinione pubblica) i vertici politici dell’UE hanno compreso che senza un programma di massicci investimenti pubblici non sarà possibile, per il vecchio continente, uscire dalla crisi che lo attanaglia e tornare a livelli di crescita sostenuti. Ma cosa prevede concretamente il nuovo piano Juncker? Potrà superare i limiti che si sono manifestati nel precedente piano che, pur con alcuni effetti positivi, non ha avuto l’impatto sperato? Ci sono le garanzie di trasparenza e prevenzione dei fenomeni corruttivi che sono un rischio presente in ogni intervento pubblico in economia? Ne abbiamo parlato con due esperti del settore: Filippo Cucuccio, Direttore Generale dell’Associazione per lo Studio dei Problemi del Credito e Daniela Condò, tutor del Master Anticorruzione dell’Università di Tor Vergata.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Abbonati

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua casella email

Inserisci la tua email: