Orati scrive a Imposimato su Saviano

0 6
Il recente pezzo di Vittorangelo Orati su Saviano, dal titolo “Saviano il plagiario, pubblicato su “lafinanzasulweb”  www.lafinanzasulweb.it/2013/roberto-saviano-il-plagiaro/  ha suscitato, come era ovvio, consensi e polemiche. Allo scopo di fugare possibili dubbi di un’acrimonia personale dell’economologo de “la Finanza” nei confronti dell”autore di “Gomorra” (o quanto meno della maggior parte del suddetto libro) pubblichiamo, eccezionalmente, il testo di una sua missiva a Ferdinando Imposimato.
 la redazione
 
 
 
Caro Presidente,
al fine di non darle l’impressione di una  recente acrimonia verso i “Saviano” e quel che vi è sotteso, mi permetto di  inviarle un mio più remoto   articolo che tratta di questo  personaggio da poco. A proposito: sa che gli paghiamo la scorta da anni? con  tutti i miliardi malgudagnati come plagiario perché non se la paga lui,   che tra l’altro come tutte le star annuncia con largo anticipo le sue  comparsate pubbliche irridendo al principio del pericolo che incombe su di lui e  che giustificherebbe la scorta 24 h su 24?  Circa il pericolo in  argomento, questo è del tutto assente, risultando, ben al contrario,  l’  “opera” savianesca essenziale per diffondere  urbi et orbi   l’efferatezza  dei vari malavitosi,  per la scalata  “professionale”  dei quali  quali  la fama in termini di   barbarie  è gradiente essenziale. Di fatto Il Saviano con la sua  militanza “antimafia” e la sua popolarità è oggettivamente un cantastorie che  alimenta il mito dei capocosca,  ed è a questi  strumento essenziale  di scalata nel potere del “male”. Non v’è scoperta di rifugi di ricercati   e latitanti che non riveli la presenza di libri e dvd di “Gomorra”: non è una  soddisfazione nella “società dello spettacolo ” essere  citati come  protagonisti di una telenovela ispirata alle proprie res  gestae?
 Cari saluti,
 V.Orati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Abbonati

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua casella email

Inserisci la tua email: