AGRICOLTURA, MAIS: ROSSI (ELD), COMMISSIONE UE FACCIA LUCE SU RISCHI AFLATOSSINE SU PRODOTTI EXTRAUE

0 0

Nella Ue il limite di  aflatossine è dieci volte inferiore che negli Usa, principale  importatore dell’Italia.

 

«La Commissione Ue dica quali controlli  vengono effettuati per verificare l’esistenza di aflatossine in tutti i prodotti  di importazione, in particolare sui derivati del mais per uso medico e  farmacologico, come medicinali,  parafarmaci ed integratori alimentari».

Questa la richiesta avanzata alla  Commissione europea dall’eurodeputato Eld Oreste Rossi, visti i differenti  limiti previsti dall’Europa e dai Paesi terzi, in particolare dagli Usa,  riguardo la concentrazione di aflatossine nel mais e nei suoi  derivati.

«In Italia -ha precisato Rossi- il limite  di tolleranza è di dieci volte inferiore rispetto a quello stabilito dagli Usa,  che è tra i nostri principali  rifornitori di mais».

«Tra l’altro -ha  continuato l’eurodeputato Eld nella sua interrogazione- le cosiddette  aflatossine, estremamente pericolose in quanto cancerogene, mutogene e  fetotossiche, derivano soprattutto dai luoghi di stoccaggio e dai trasporti  nelle navi, da fattori ambientali  come umidità e temperature elevate, ma anche dalle colture ripetute del mais  geneticamente modificato».

«Campionare correttamente le partite -ha aggiunto- è quindi molto  difficilee spesso le valutazioni commerciali di conformità vengono effettuate su campioni, contrattuali o meno, che possono difettare di  reale rappresentatività. Esiste una legislazione europea puntuale in materia di  campionamentiufficiali -ha precisato- a cui tuttavia si affiancano norme volontarie e  contrattuali, soprattutto rispetto ai controlli con i Paesi extra Ue».

«Per questo -ha concluso- ritengo che, alla luce delle differenti normative, e soprattutto della  massiccia importazione del nostro Paese, dagli Usa, dei prodotti del mais, l’Esecutivo Ue debba fare chiarezza su come  vengono fatti questi controlli».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Abbonati

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua casella email

Inserisci la tua email: