Europa Nord America Centro America Sud America Africa Asia Oceania

Home | ©2014 La Finanza sul Web | Articolo visto 12627 volte 11 novembre 2014

Italcementi: nel terzo trimestre 2014 crescono i ricavi e il risultato netto torna all’utile.

Di Redazione  •  Inserito in: Bilanci, Flash, Notizie dalle Società

Il Consiglio di Amministrazione di Italcementi S.p.A. ha preso in esame e approvato la Relazione consolidata al 30 settembre 2014.

Nel terzo trimestre dell’anno i ricavi del gruppo, anche grazie ad un incremento delle vendite di cemento, sono stati pari a 1.067,3 milioni con un miglioramento dello 0,7% rispetto all’omologo periodo del 2013. Il risultato netto torna in utile per 15,8 milioni (rispetto a una perdita di 36,9 milioni), pur tenuto conto della contrazione del mercato in Francia e degli incrementi dei costi operativi in Egitto che hanno portato ad una flessione del 5,5% del MOL corrente a 164,4 milioni.

Nel periodo gennaio-settembre i ricavi hanno registrato una contrazione del 3,1% a 3.115,7 milioni, principalmente dovuta all’effetto cambi e a una dinamica negativa dei prezzi nell’area europea. Le ulteriori misure di efficienza adottate nel corso dell’esercizio e la buona tenuta dei risultati in Egitto e Asia hanno comunque permesso di mantenere il MOL corrente allineato al risultato dell’anno precedente.

Il risultato del periodo, ancorché in perdita per 63,8 milioni, segna un miglioramento di circa 16 milioni.

Nel settore delle costruzioni ha continuato ad accentuarsi la differente dinamica dei risultati conseguiti dalle diverse aree in cui è presente il Gruppo. Tra i Paesi maturi, la situazione recessiva è confermata – seppure in attenuazione – in Italia, mentre prosegue la contrazione già registrata in Francia. A questa tendenza si è contrapposta un’accelerazione della ripresa in Nord America e il progresso dell’attività delle costruzioni nei Paesi emergenti (Egitto, India e Kazakistan).

Le azioni di efficienza e il significativo programma di investimenti, con l’avvio delle nuove linee di Devnya e di Rezzato e dei nuovi impianti di macinazione per il carbone in Egitto, hanno permesso di raggiungere entro i tempi e con i costi previsti gli obiettivi prefissati che permetteranno già dal nuovo esercizio di ottenere significativi benefici sui risultati.

****

Nei primi nove mesi dell’esercizio in corso, il settore del cemento e clinker ha realizzato vendite per 32,6 milioni di tonnellate stabili rispetto ai primi 9 mesi del 2013, con un sostanziale incremento in Egitto e nell’attvità di trading che ha bilanciato la flessione in Europa. Nel settore degli inerti le vendite sono state pari a 23,2 milioni di tonnellate (-6,3%), mentre le vendite di calcestruzzo hanno consuntivato un volume pari a 8,6 milioni di metricubi (-7,2%).

ScarsoMediocreSufficienteDiscretoBuono
Loading ... Loading ...

Autore: Redazione » Articoli 670 | Commenti: 240

Seguimi su Twitter | Pagina Facebook

0 Commenti   •  Commenta anche tu!

Nessun Commento ancora. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento   •   Leggi le regole

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Abbonati

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua casella email

Inserisci la tua email: