Europa Nord America Centro America Sud America Africa Asia Oceania

Home | ©2014 La Finanza sul Web | Articolo visto 20267 volte 28 luglio 2014

La rivolta degli studenti di economia contro il pensiero unico

Di Arnaldo Vitangeli  •  Inserito in: Ricerche e Studi

 

Nelle università di tutto il mondo gruppi organizzati di studenti chiedono un maggiore pluralismo nell’insegnamento dell’economia. All’origine di questa “rivolta” contro i dogmi del pensiero economico egemone, c’è la crisi, che con la sua devastante oggettività ha messo in discussione il paradigma stesso del “pensiero unico” economico, che consiste nella fiducia cieca nella globalizzazione nelle privatizzazioni nella deregolamentazione dell’economia, nel rifiuto di qualsiasi intervento dello stato per regolare il mercato, assunto come massimo giudice, e nel primato della finanza sull’economia reale. Il cambiamento degli equilibri economici globali, che ha premiato quei Paesi , come la Cina, la Russia o il Brasile, che hanno applicato misure diverse da quelle tipiche del liberismo anglosassone, ha contribuito a formare nelle giovani classi dirigenti occidentali una diffusa insoddisfazione per l’attuale modello economico, politico e sociale egemone in Occidente, che, secondo molti, sta portando l’Europa ad un’autentica decadenza.

ScarsoMediocreSufficienteDiscretoBuono
Loading ... Loading ...

Autore: Arnaldo Vitangeli » Articoli 116 | Commenti: 364

Seguimi su Twitter | Pagina Facebook

0 Commenti   •  Commenta anche tu!

Nessun Commento ancora. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento   •   Leggi le regole

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Abbonati

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua casella email

Inserisci la tua email: