Europa Nord America Centro America Sud America Africa Asia Oceania

Home | ©2013 La Finanza sul Web | Articolo visto 19350 volte 31 luglio 2013

Saipem: annuncia perdite e risale in Borsa

Di Redazione  •  Inserito in: Bilanci, Flash

La Saipem, la società d’ingegneria del Gruppo Eni (che ne controlla il 43% del capitale) ha reso noti i dati del bilancio semestrale, che  chiude con una flessione del 19% nei ricavi e con una perdita netta di 575 milioni.

Dopo la nota sulla semestrale, in Borsa il titolo  ha guadagnato il 6%, risalendo a 16,3 euro.

L’apparente anomalia è facilmente spiegabile: gli aspetti negativi della semestrale erano stati già anticipati a giugno, allorché tra l’altro era stato annunciato un deterioramento della posizione commerciale in Algeria e criticità in due contratti: l’uno in Canada e l’altro in Messico, con effetti negativi complessivi stimati in circa 700 milioni.

Piazza Affari, che aveva già scontato questi risultati negativi,  così come il primo “allarme utili” dello scorso dicembre, e l’esplosione del caso di presunte corruzioni in Algeria, che hanno condotto al rinnovo del management da parte dell’Eni, con la nomina di Umberto Vergine ad amministratore delegato, ora ha preso atto invece degli aspetti positivi che la relazione semestrale contiene: in particolare nuovi ordini per 7,1 miliardi (+ 13% rispetto al primo semestre 2012) ed un portafoglio ordini che al 30 giugno ammontava a 21,7 miliardi, con un incremento del 10% rispetto a sei mesi prima.

Per il secondo semestre 2013 inoltre si attendono risultati notevolmente migliori. Saipem, ha sottolineato il presidente Alberto Meomartini, “prevede un significativo miglioramento dei risultati grazie al buon andamento dei contratti acquisiti con maggiore selettività nella prima parte del 2013, e grazie alle buone performance della Business Unit Drilling”.

Più in dettaglio per l’intero 2013 sono previsti ricavi per 13 miliardi, contro i 5,1 della prima metà dell’anno, un margine netto in pareggio, ed una perdita ridotta a 300-350 milioni.

Un ulteriore effetto positivo, sul piano psicologico, lo ha avuto certamente a Piazza Affari la nomina a consigliere indipendente di Saipem, con la carica di vicepresidente, del notaio Piergaetano Marchetti, figura storica e stimatissima nell’ambiente delle società quotate.

“Il prof. Marchetti – ha sottolineato il presidente Meomartini- ha contribuito enormemente a elevare in Italia gli standard in materia di governance e di diritto societario, e la sua nomina arricchirà le competenze di Saipem in queste importanti materie”.

Lascia invece il c.d.a., dopo 17 anni, il vice a.d. Hugh O’Connel, che manterrà  fino alla fine dell’anno la carica di direttore operativo dell’Unità perforazioni e delle attività di supporto al business.

ScarsoMediocreSufficienteDiscretoBuono
Loading ... Loading ...

Autore: Redazione » Articoli 656 | Commenti: 435

Seguimi su Twitter | Pagina Facebook

0 Commenti   •  Commenta anche tu!

Nessun Commento ancora. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento   •   Leggi le regole

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Abbonati

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua casella email

Inserisci la tua email: