Europa Nord America Centro America Sud America Africa Asia Oceania

Home | ©2013 La Finanza sul Web | Articolo visto 18330 volte 18 aprile 2013

L’ASSEMBLEA DI ITALCEMENTI ELEGGE IL NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E APPROVA BILANCIO E DIVIDENDO

Di Redazione  •  Inserito in: Flash, Notizie dalle Società

Approvato dai soci il bilancio dell’esercizio 2012 e la proposta di dividendo. Ridotto da 20 a 15 il numero di consiglieri, di cui 8 indipendenti.

Giampiero Pesenti confermato Presidente e Carlo Pesenti Consigliere delegato.

Bergamo, 17 aprile 2013

– L’Assemblea ordinaria degli azionisti di Italcementi S.p.A., riunitasi oggi a Bergamo, ha eletto il Consiglio di amministrazione che resterà in carica per i prossimi tre esercizi, cioè fino all’approvazione del bilancio 2015. Il nuovo Consiglio è formato da Pierfranco Barabani, Giorgio Bonomi, Fritz Burkard, Victoire de Margerie, Federico Falck, Lorenzo Renato Guerini, Italo Lucchini, Emma Marcegaglia, Sebastiano Mazzoleni, Jean Paul Méric, Carlo Pesenti, Giampiero Pesenti, Carlo Secchi, Elena Zambon (eletti nella lista di maggioranza presentata da Italmobiliare S.p.A.) e Giulio Antonello (candidato della lista di minoranza presentata da First Eagle Global Fund).

ll Consiglio di amministrazione ha inoltre valutato la sussistenza dei requisiti di indipendenza (sia ai sensi del Codice di Autodisciplina che del TUF) in capo agli amministratori Giulio Antonello, Fritz Burkard, Victoire de Margerie, Federico Falck, Lorenzo Renato Guerini, Emma Marcegaglia, Carlo Secchi, Elena Zambon, confermando le valutazioni fornite dai diretti interessati in sede di presentazione della lista. Il Consiglio, in particolare, ha ritenuto di considerare indipendente Federico Falck anche in deroga a quanto disposto dal Codice di Autodisciplina in tema di anzianità della carica (criterio applicativo 3.C.1., lett. e, essere stato amministratore della Società per più di nove anni negli ultimi dodici anni) tenuto conto della autonomia di giudizio e della sostanziale indipendenza sempre dimostrata nel corso dei precedenti mandati.

Il nuovo Consiglio di amministrazione riunitosi dopo l’assemblea ha quindi attribuito le cariche sociali: Giampiero Pesenti è stato confermato Presidente e Carlo Pesenti Consigliere delegato della Società. Confermati anche Pierfranco Barabani (vicepresidente operativo) e Lorenzo Renato Guerini (vicepresidente)

E’ stato inoltre nominato il nuovo Comitato esecutivo (composto da Giampiero Pesenti, Carlo Pesenti, Pierfranco Barabani, Lorenzo Renato Guerini, Federico Falck e Jean Paul Méric). Inoltre, come previsto dal Codice di Autodisciplina sono stati nominati il Comitato Controllo e Rischi (composto dai Consiglieri indipendenti Federico Falck, Lorenzo Renato Guerini e Carlo Secchi), il Comitato per la remunerazione (Giulio Antonello, Lorenzo Renato Guerini e Emma Marcegaglia), il Comitato per le Operazioni con Parti Correlate (Federico Falck, Lorenzo Renato Guerini e Carlo Secchi) e l’Organismo di Vigilanza per il triennio 2013-2015.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre nominato Giulio Antonello quale “Lead independent director” e Carlo Pesenti come Amministratore incaricato del Sistema di Controllo Interno e di Gestione Dei Rischi.

L’Assemblea che aveva precedentemente approvato il bilancio dell’esercizio 2012 ha poi deliberato la distribuzione di un dividendo di 0,06 euro sia alle azioni ordinarie sia alle azioni di risparmio, in pagamento a partire dal 23 maggio prossimo.

È stata inoltre rinnovata l’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie per un periodo di 18 mesi dalla deliberazione; il prezzo di acquisto di ciascuna azione non dovrà essere inferiore né superiore del 15% rispetto alla media dei prezzi di riferimento registrati presso Borsa italiana nelle tre sedute precedenti ogni singola operazione; il controvalore complessivo non potrà essere, in ogni caso, superiore ai 100 milioni di euro; il numero massimo delle azioni acquistate, ordinarie e/o di risparmio, non potrà avere un valore nominale complessivo, includendo anche le azioni eventualmente possedute da società controllate, eccedente la decima parte del capitale sociale.

L’autorizzazione è richiesta al fine di:

• disporre di azioni proprie

* da cedere a dipendenti e/o amministratori nell’ambito di piani di incentivazione azionaria (stock option) loro riservati;

* in un’ottica di investimento a medio e lungo termine;

• intervenire, nel rispetto delle disposizioni vigenti, direttamente o tramite intermediari, per contenere movimenti anomali delle quotazioni e per regolarizzare l’andamento delle negoziazioni e dei corsi, a fronte di momentanei fenomeni distorsivi legati a un eccesso di volatilità o a una scarsa liquidità degli scambi;

• dotarsi di un portafoglio di azioni proprie di cui poter disporre nel contesto di eventuali operazioni di finanza straordinaria o per altri impieghi ritenuti di interesse finanziario, gestionale e/o strategico per la Società;

• offrire agli azionisti uno strumento ulteriore di monetizzazione del proprio investimento.

L’Assemblea, infine, ha condiviso la Relazione sulla Remunerazione predisposta dal Consiglio di Amministrazione e, in sede straordinaria, ha rinnovato la delega agli Amministratori, ai sensi degli artt. 2443 e 2420-ter cod. civ., di aumentare il capitale sociale, in una o più volte, per un ammontare massimo complessivo di nominali euro 500 milioni e di emettere obbligazioni convertibili con warrant, in una o più volte, per un ammontare massimo complessivo di nominali euro 500 milioni.

*****

I Curriculum Vitae dei Consiglieri di amministrazione sono consultabili sul sito: www.italcementigroup.com/ITA/Investor+Relations/Governance/Organizzazione/Consiglio+di+amministrazione/

 

*****

DIVIDENDO ESERCIZIO 2012

 

L’assemblea degli azionisti di Italcementi S.p.A., tenutasi in Bergamo il 17 aprile 2013, ha deliberato, per l’esercizio 2012, la distribuzione di un dividendo di euro 0,06 lordi per ciascuna azione ordinaria e di risparmio.

Il dividendo sarà posto in pagamento il 23 maggio 2013 presso gli “intermediari” aderenti al sistema di gestione accentrata Monte Titoli S.p.A., con data di stacco della cedola n. 26 il 20 maggio e record date il 22 maggio.

Gli azionisti titolari di azioni non ancora dematerializzate dovranno previamente consegnare le stesse ad un “Intermediario” per la loro immissione nel sistema di gestione accentrata in regime di dematerializzazione, ai sensi dell’art. 51 della delibera CONSOB n. 11768 del 23 dicembre 1998 e successive modificazioni.

 

ScarsoMediocreSufficienteDiscretoBuono
Loading ... Loading ...

Autore: Redazione » Articoli 676 | Commenti: 311

Seguimi su Twitter | Pagina Facebook

0 Commenti   •  Commenta anche tu!

Nessun Commento ancora. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento   •   Leggi le regole

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Abbonati

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua casella email

Inserisci la tua email: