Europa Nord America Centro America Sud America Africa Asia Oceania

Home | ©2013 La Finanza sul Web | Articolo visto 9058 volte 06 febbraio 2013

Al via a Milano il metrò senza conducente (tecnologia Ansaldo STS)

Di Arnaldo Vitangeli  •  Inserito in: Flash, Notizie dalle Società

 

Inaugurata a Milano la prima metropolitana “driverless”, cioè senza conducente. La nuova linea M5 si snoda attraverso sette stazioni: da Bignami, in zona Fulvio Testi, sino a Zara, ma  entro la fine di quest’anno proseguirà sino alla stazione Garibaldi, per completarsi poi entro il 2015, raggiungendo San Siro.  A quel punto la nuova linea si estenderà per circa 13 chilometri, che verranno percorsi in 26 minuti circa, toccando 19 stazioni.

L’opera viene realizzata in “project  financing” dalla società Metro5 Spa, cui partecipano Ansaldo STS ed Ansaldo Breda (Gruppo Finmeccanica), Astaldi, ed Alstom, che la gestiranno per trent’anni, avvalendosi anche dell’operato e dell’esperienza di ATM, che gestisce le altre linee metropolitane di Milano.

Ansaldo STS ha progettato, fornito e messo in funzione il “cervello” della nuova metropolitana leggera, cioè il sistema di segnalamento con tecnologia “driverless”, che non abbisogna né di un conducente a bordo dei treni né di presenze all’interno delle stazioni.

Con questa tecnologia Ansaldo STS è protagonista a livello mondiale: la prima realizzazione, quella della metropolitana di Copenaghen entrata in funzione poco più di dieci anni or sono, è stata premiata come migliore metropolitana del mondo del 2008, nel 2009 e nel 2010. Da allora sono oltre dieci i progetti realizzati  un po’ in tutto il mondo: da Salonicco a Ryadh, da Roma a Taipei, da Brescia a Honolulu.

Con il sistema “driverless” la metropolitana viene controllata da un sistema centrale, la control room, che consente di supervisionare il funzionamento dei convogli nell’intera giornata, garantendo ai viaggiatori sicurezza ed assistenza costante.

I vantaggi del nuovo sistema sono molteplici: veicoli più semplici ed infrastrutture più contenute, e quindi minor costo degli investimenti; minori costi di gestione del personale; frequenza dei convogli maggiore ed all’occorrenza variabile immediatamente; recupero automatico di eventuali ritardi; livelli di sicurezza elevatissimi, escludendosi la possibilità dell’errore umano.

“L’opera che viene presentata oggi – ha dichiarato Sergio De Luca, amministratore delegato di Ansaldo STS – è stata pensata per dare una risposta  alla congestione dell’asse radiale Zara-Testi, una delle più importanti direttrici di penetrazione urbana della città, e sono convinto che gli utenti apprezzeranno in modo particolare i notevoli vantaggi che la tecnologia driverless può dare in termini di fruibilità e sicurezza, tecnologia che la nostra azienda sta realizzando in tutto il mondo, ottenendo significativi riconoscimenti”.

ScarsoMediocreSufficienteDiscretoBuono
Loading ... Loading ...

Autore: Arnaldo Vitangeli » Articoli 125 | Commenti: 286

Seguimi su Twitter | Pagina Facebook

0 Commenti   •  Commenta anche tu!

Nessun Commento ancora. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento   •   Leggi le regole

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Abbonati

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua casella email

Inserisci la tua email: