Europa Nord America Centro America Sud America Africa Asia Oceania

Home | ©2011 La Finanza sul Web | Articolo visto 9954 volte 17 novembre 2011

PROMOTING INVESTMENTS FOR MODERNIZATION OF THE ECONOMY: NEW REALITIES

Di Redazione  •  Inserito in: Finanza Internazionale

Il Prof. Franco Bassanini, presidente della Cassa Depositi e Prestiti, è intervenuto alla conferenza internazionale “Promoting Investments for Modernization of the Economy. New Realities” tenutasi il 9 novembre ad Astana, la capitale della Repubblica del Kazakhstan.

L’incontro è stato organizzato dalla Banca di Sviluppo del Kazakhstan (Kdb) in occasione del decimo anniversario della sua fondazione. Tra i relatori dell’importante evento vi erano Karim Massimov, Primo ministro del Kazakhstan, Asset Issekeshev, vice Primo ministro e ministro dell’Industria e delle Nuove Tecnologie e anche presidente del Board of Directors della Kdb e Kairat Kelimbetov, ministro dello Sviluppo economico e del Commercio.

Il presidente Nursultan Nazerbayev ha inviato un suo messaggio personale di saluto ai trecento partecipanti e ai molti ospiti internazionali presenti ricordando il ruolo strategico che la Kdbha avuto e avrà nella costruzione e nello sviluppo di un moderno Kazakhstan. Ha anche salutato la decisione appena presa a livello internazionale di alzare il rating del Kazakhstan.

Con il primo ministro Karim Massimov, dopo aver discusso delle prospettive delle rispettive economie, Bassanini ha convenuto sull’importanza di sviluppare ulteriormente i già buoni rapporti tra i due Paesi: l’Italia è infatti il secondo partner commerciale europeo del Kazakhstan, dopola Germaniaed è presente nell’area con ingenti investimenti.

Come ha riportato l’Adnkronos, il presidente di Cassa si è intrattenuto con il Ceo della Kdb, esaminando possibilità di cooperazione sia bilaterale, sia multilaterale, cioè nell’ambito del ‘Long Term Investors Club’, di cui Cdp è tra i membri fondatori e Bassanini vicepresidente.

La Kdbè stata una delle prime istituzioni finanziarie create dal governo di Astana con il compito di realizzare la sua politica industriale. Il suo ruolo strategico è quello di diversificare e aumentare le esportazioni e di sostenere le politiche per attrarre investimenti nazionali e esteri per lo sviluppo dell’economia del Paese.

Alla fine del 2010 i progetti di investimento e di export finanziati dalla banca ammontavano a oltre 10 miliardi di dollari.La Kdbha un ruolo importante nel programma di innovazione industriale del governo per il 2010-2014 provvedendo fondi per grandi progetti industriali e infrastrutturali e per la modernizzazione dei settori già operativi. Tra i suoi obiettivi vi sono anche lo sviluppo dei settori non primari, cioè quelli non delle materie prime e il sostegno di grandi progetti ad alta intensità di capitale e di lungo termine.

Il suo capitale azionario, pari a 1,5 miliardi di dollari, è totalmente posseduto dal National Welfare Fund “Samruk-Kazyna”, il fondo sovrano del Kazakstan che ha un capacità operativa di oltre 30 miliardi di dollari. Il Fondo è presente in tutte le attività produttive del Paese ed è, insieme alla KDB, il motore del suo sviluppo economico.La Kdb, con un attivo di 6,2 miliardi di dollari, è l’istituto di credito più grande del Kazakhstan e spesso è chiamata “la banca centrale” per il suo ruolo strategico nella guida e nel sostegno dello sviluppo tecnologico e nella modernizzazione del Paese.

Il Kazakhstan, con un territorio di2.700.000 chilometriquadrati, circa nove volte l’Italia ed una popolazione di 16 milioni di abitanti, è consapevole della sua posizione strategica nel continente eurasiatico e si pone come ponte naturale e culturale, oltre che economico, trala Federazione Russaela Cina.Inquesto ambito esso assume anche un’importanza fondamentale per le politiche di cooperazione e di sviluppo dell’Unione europea.

 

LINK ALL’INTERVENTO DI FRANCO BASSANINI (IN ITALIANO) IN PDF

ScarsoMediocreSufficienteDiscretoBuono
Loading ... Loading ...

Autore: Redazione » Articoli 676 | Commenti: 311

Seguimi su Twitter | Pagina Facebook

  • Primavera araba un anno dopo

    La presentazione di “La Primavera araba un anno dopo”, ultimo numero della Rivista Geopolitica è stata l’occasione per discutere di temi importanti e interessanti quali Il ruolo dell’Europa nel Mediterraneo; Il processo...

  • La questione libica e la primavera araba

    LE PILLOLE DI LA FINANZA SUL WEB L’intervento del presidente del Ce.S.I. (Centro Studi Internazionali) e consigliere strategico del Ministero della Difesa Andrea Margelletti alla presentazione del volume La “Primavera Araba”...

  • Chi ha paura di una CDP “alla tedesca”?

    di Paolo Raimondi Recentemente molti commentatori votati ad un neoliberismo post crisi del tutto fuori luogo stanno cercando di frenare il cambiamento della Cassa Depositi e Prestiti, ventilando il rischio di...

  • Italcementi firma Memorandum of Understanding per un impianto eolico da 320 MW in Egitto

    Il Consigliere Delegato Carlo Pesenti firma l’accordo con il Ministro egiziano degli Investimenti Salman, durante la visita del Presidente egiziano Al-Sisi a Roma.   - Italcementi Group, che in Egitto rappresenta uno...

  • Finmeccanica: siglati in Cina accordi di rilevanza strategica

    Nell’ambito del Business Forum Italia Cina in corso a Pechino, l’ing. Mauro Moretti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Finmeccanica, ha siglato due accordi di grande rilevanza strategica per il...

0 Commenti   •  Commenta anche tu!

Nessun Commento ancora. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento   •   Leggi le regole

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Abbonati

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua casella email

Inserisci la tua email: